Organizzare delle vacanze naturiste in Italia non è facile come lo potrebbe essere in altri paesi d’Europa, ma nonostante ciò ci sono alcune località nel nostro paese dove è possibile abbracciare questa particolare filosofia di viaggio. Fino a qualche anno fa gli amanti di questo tipo di vacanza erano costretti a migrare all’estero per trovare bellissime oasi destinate a loro, ma le cose sono cambiate ed oggi è possibile praticare il naturismo anche in Italia. Di seguito proveremo a suggerire le principali spiagge e strutture dove poter trascorrere la maggior parte del tempo senza veli.

ADVERTISEMENT

Va detto che chi pratica il naturismo non lo fa per esibizionismo ma perché ha deciso di abbracciare una particolare filosofia di vita, esprimendosi liberamente, togliendosi di dosso mode e convenzioni sentendosi davvero a contatto con la natura. Chi sceglie questo determinato stile di vita protende per mete e destinazioni dove incontrare persone che condividono le medesime convinzioni, con cui esprimersi al meglio, lontano da pregiudizi e sguardi indiscreti.

Spiagge naturiste in Italia

Le vacanze naturiste in Italia sono un fenomeno in crescita e quindi cominciano ad aumentare le spiagge e le località dove poter esprimersi liberamente, dove poter prendere il sole senza costume, in totale libertà. Prima di indicare i nomi delle destinazioni più frequentate del nostro paese è bene precisare che il  naturismo non va limitato solo al fatto di andare in spiaggia senza veli. Le persone che abbracciano questa filosofia di vita sono anche attente all’alimentazione, alla difesa dell’ambiente, alla cura dell’ambiente della propria salute.

Tra le spiagge più frequentate dai naturisti c’è quella di Guvano vicino La Spezia. Fa parte del bellissimo Parco Naturale delle Cinque Terre e per accedervi bisogna percorrere un tunnel o un sentiero molto ripido. C’è poi la spiaggia di Capocotta nel Lazio che è stata la prima naturista autorizzata in Italia, motivo per cui è anche molto famosa. Qui sono disponibili servizio lettino, bagnino ed anche un bar ed un ristorante.

La maggior parte delle località naturiste d’Italia sono anche tra le più belle sotto il punto di vista paesaggistico, come ad esempio i Trecento Gradini, una bellissima baia a Sperlogna. Per raggiungerla bisogna scendere (e poi risalire) 300 scalini e che la rendono quindi accessibile solo ai più temerari. Scendendo ancora più a sud si raggiunge la meravigliosa Marina di Camerota, nel Cilento, le cui spiagge sono tutte bandiera blu. Tra queste quella del Troncone e frequentata dai naturisti ed attira anche molti turisti, in particolare quelli tedeschi e francesi.

La crociera  naturista

Visto che il fenomeno è in via di espansione e sono sempre di più le persone a cui piace stare al mare senza indossare nulla, per i naturisti si presenta anche la possibilità di partire in crociera. Ad organizzare questo particolare viaggio è la compagnia di navigazione eWaterways, specializzata nelle crociere fluviali e lungo la costa adriatica. Questo particolare viaggio è stato sperimentato dopo il successo del trekking  naturista in Germania.

LASCIA UN COMMENTO