Spesso, ci concentriamo sul nostro desiderio di viaggiare alla scoperta del mondo, dimenticando di scoprire noi stessi. La nostra voglia di partire alla volta di destinazioni da sogno, spesso e volentieri, ci distrae dal viaggio più importante, difficile ed emozionante della nostra esistenza: conoscere se stessi. Certo, le nostre avventure in vacanza possono riempirci la mente di immagini e di colori, ma a volte ci fanno perdere di vista l’essenziale.

La vastità degli oceani, il profondo silenzio della montagna, l’intensità dei colori, la musica, il senso di totale abbandono e di relax. Tutte cose di cui abbiamo un estremo bisogno. Spesso, però, non c’è bisogno di partire alla volta di destinazioni esotiche per trovarle. A volte basta semplicemente dedicarsi qualche ora al giorno. Un piccolo spazio tutto per noi, per vivere meglio con noi stessi.

Attenzioni, immagini forti
Ecco il video assurdo di Sgarbi e Malena

Un aspetto assolutamente da non trascurare

Nella nostra avventura alla scoperta di noi stessi, c’è un aspetto assolutamente da non trascurare. Si tratta, neanche a dirlo della nostra se****lità. A questo proposito, si è espressa una voce molto schietta, nota per la sua estrema franchezza. Di Vittorio Sgarbi, infatti, possiamo dire qualsiasi cosa, tranne che abbia peli sulla lingua. Anzi, spesso e volentieri i suoi discorsi sono conditi da espressioni decisamente colorite.

Durante la trasmissione radiofonica La Zanzara, infatti, Sgarbi ha parlato di una notte infuocata con Malena, la po*****ar sostenuta da Siffredi. Ha detto infatti: “Quando un uomo di mondo sta con una po*****ar può dare lezioni e anche prenderle, può insegnare e anche imparare delle cose. In questo caso io le ho dato delle nozioni che non aveva, nella materia in cui lei è specialista, il po****o”.

Il racconto è proseguito con dovizia di particolari. “Ha dato prova di sensibilità estrema, ricerca dell’anima. Si è sentita l’applicazione, l’amore. E poi c’era un’altra ragazza. Una ragazza giovane, e io sono per la formazione della giovane donna”, dice Sgarbi.