Sicuramente non è il posto adatto a chi soffre di vertigini, ma se non hai di questi problemi, devi assolutamente fare una capatina al nuovo museo futuristico che è stato aperto sui Monti Plan de Corones, sul versante sud della Val Pusteria, in Alto Adige.

È stato denominato il museo delle nuvole e il motivo è sicuramente chiaro a tutti. Ideato da Reinhold Messner, uno scalatore, è uno dei museo più discussi del mondo. Alla base della mostra, la storia dell’esplorazione e dell’alpinismo dolomitico, raccontata in maniera davvero originale.

Qui sono presenti diverse gallerie e in quella della navata centrale, sono stati esposti tutti i dipinti della collezione di Reinhold Messner. Questi raffigurano le Dolomiti e tutte le trasformazioni avvenute dal Romanticismo all’era contemporanea. Ciò che fa davvero rimanere senza fiato sono gli scenari che ti si aprono in ogni stanza: Monte Schiara, Monte Agnèr, Cimon della Pala, Monte Civetta, Marmolada, Monte Pelmo, Tofana di Rozes, Sorapis, Antelao, Marmolada.

Nella mostra potrai vedere con i tuoi occhi tutti i fossili delle Dolomiti che non faranno altro che rendere la tua visita ancora più esaltante, in quanto la struttura è stata praticamente costruita all’interno delle rocce. L’edificio è costituito da diversi livelli e regala degli scenari fantastici, che solo le foto della galleria, possono riuscire a descrivere.

“Ciò che rende questo museo particolare, è la combinazione tra il luogo, il panorama e la straordinaria architettura con il quale lo abbiamo costruito” ha dichiarato Reinhold Messner. Il luogo giusto per tutti coloro che amano sciare e desiderano vivere le Alpi al 100%.

Non si tratta del primo museo gestito da Messner, che ha la responsabilità di altri cinque, in luoghi suggestivi, tra cui l’MMM Ortles in Italia, che racconta il vero significato del vivere come uno sciatore e il rapporto che c’è tra l’uomo e la montagna.