Il sogno della vecchiaia, per molti di noi, è quello di partire per un lungo viaggio intorno al mondo. Una volta congedati dal mondo del lavoro, un interessante obiettivo da porsi potrebbe essere visitare tutti quei luoghi in cui abbiamo sempre sognato di andare, ma in cui per un motivo o per un altro non siamo mai stati. Quante volte, in nome del nostro mestiere, sacrifichiamo i nostri desideri! Soprattutto quando si tratta di viaggi.

Per questo, rimandiamo di volta in volta il momento in cui realizzeremo il nostro desiderio. Ma c’è anche chi approfitta della meritata pensione per partire alla volta della realizzazione dei suoi desideri. E nessun lavoro può essere migliore di quello di conoscere se stessi, magari proprio attraverso qualche esotico e avventuroso viaggio oltre i confini del mondo che noi conosciamo.

Ma magalli è in condizioni critiche…
Guarda il suo stato di salute qui

Dopotutto, chi dice che in vecchiaia si perde vitalità? Non è mai tardi per superare se stessi, e questo Giancarlo Magalli lo sa bene. Proprio ieri, il noto conduttore de I fatti vostri ha compiuto settant’anni. In quest’occasione, ha rilasciato poche semplici parole all’Ansa. La sua proverbiale e garbata ironia si fa sentire, come sempre. “70 anni, una bella cifra tonda. Ma vorrei smentire la notizia che voglio lavorare fino a 100”, dice infatti Giancarlo. Alla domanda su ciò che professionalmente lo rende più orgoglioso, risponde: “Forse Non stop e Papaveri e papere”.

Quali sono i progetti futuri per l’amato volto della nostra televisione? Certamente la conduzione del suo programma storico, I fatti vostri. Magalli ha intenzione di andare avanti “nel segno della continuità”, ma senza mancare di apportare qualche modifica nel cast.

Magalli dichiara infatti: “Avremo Giò Di Tonno per la musica, Umberto Broccoli per il costume e Paolo Fox per l’oroscopo. Tra le novità, torna un gioco storico come quello del Camioncino. Avremo molta attualità e approfondimento”. E non finisce qui. Infatti, ci sarà anche “una donna, che non dico, perché non so ancora nemmeno io chi sarà”.